Religione

L’Islam è la religione predominante della Giordania, si tratta di una religione monoteista, il cui libro sacro è il Corano. Ogni giorno, cinque volte al giorno, i musulmani sono chiamati alla preghiera dai minareti delle moschee che punteggiano il paese. L’Islam deriva dalle stesse radici monoteiste dell’ebraismo e del cristianesimo, e i musulmani in genere guardano con rispetto cristiani ed ebrei: nell’Islam Gesù è considerato uno dei profeti di Allah, e gli ebrei e i cristiani sono considerati quasi dei “cugini”. Maometto fu l’ultimo profeta e fu a lui che Allah dettò il Corano. La maggior parte dei musulmani giordani, compresi i circassi che non sono di origine araba, appartengono al ramo sunnita dell’Islam. I circassi, così come l’altra minoranza giordana, i ceceni, sono originari della zona caucasica della Russia.
La legge islamica proibisce il consumo di alcool e di carne di maiale: viene rispettata in maggiore o minore misura in tutta la Giordania. L’islamismo ha anche la tendenza a separare i sessi, può capitare, infatti, che in molti locali siano accettati solo uomini; in quegli stessi locali viene indicata la “stanza della famiglia”, una zona a parte dove siedono le donne.