Jerash

Antica città romana di Gerasa, a 50 km a nord di Amman. Probabilmente abitata sin dai tempi del Neolitico, in un certo momento della sua storia ha fatto parte della Decapoli dell’imperatore Pompeo, una lega commerciale composta da dieci città del Medio Oriente. Gerasa raggiunse l’apice del suo splendore all’inizio del III secolo, ma conobbe un periodo di declino dopo una serie di invasioni cristiane e musulmane, seguite dal violento terremoto del 747. Sebbene gli scavi abbiano avuto inizio negli anni ’20 del XX secolo, si calcola che solo il 10% della città sia stato scoperto. L’ingresso di Jerash era costituito da un arco di trionfo, ma adesso l’entrata principale è la Porta sud. All’interno delle mura cittadine si può ammirare il Tempio di Zeus e il foro, che ha un’insolita forma ovale. Dietro il tempio c’è il Teatro sud, costruito nel I secolo, che aveva una capienza di 5000 spettatori e, continuando in direzione nord, il cardo o strada colonnata, lungo 600 metri. Il più grande edificio del luogo è il Tempio di Artemide, situato proprio al centro. A Jerash non ci sono possibilità si sistemazione per la notte, ma si trovano ristoranti o bancarelle per un più economico spuntino lungo la strada. In ogni caso è raggiungibile con una semplice escursione di una giornata da Amman: prendete un taxi collettivo o un minibus dalla stazione degli autobus di Abdali (ad Amman).